Ecco perchè pensare di non avere VIRUS sul PC equivale ad essere seduti su una bomba pronta ad esplodere, pronta a deflagrare tutto in un raggio di 50km (foto, file e documenti compresi).

Ecco perchè pensare di non avere VIRUS sul PC equivale ad essere seduti su una bomba pronta ad esplodere, pronta a deflagrare tutto in un raggio di 50km (foto, file e documenti compresi).

Oggi voglio parlarti della credenza che hanno le persone riguardo i virus.

No, non ti sto parlando della credenza che hai in soggiorno ma di cosa pensano le persone riguardo i virus.

La maggior parte delle persone pensa che per capire se sul proprio pc ci sia un virus basta vedere se ci sono i sintomi.

Hanno elaborato nella loro testa la seguente equazione:

ho problemi = ho virus
non ho problemi = non ho virus

In parole povere, pensano che hanno un virus solamente se hanno i classici sintomi che ormai tutti conosciamo.

– Finestre che si aprono da sole
– Computer che si blocca
– Computer lento
– Non va su internet e qualsiasi cosa sia catalogabile in “il computer non va come dovrebbe andare”

E se ti dicessi che i virus più subdoli, quelli più pericolosi sono quelli che non destano sospetto?

Facciamo un passo indietro:

I Virus informatici vengono chiamati con questo nome appunto perchè la loro logica è la medesima di quelli umani.

Pensaci bene, alla fine il loro scopo è:

– Contagiare
– Infettare
– Fare danni
– Contagiare un nuovo ospite e ricominciare il giro

Oltre a copiarne la logica d’infezione, ne copiano anche l’azione.

Un paziente infetto da un banale raffreddore mostra chiari sintomi come:

– Continua a starnutire
– Naso che cola
– Mal di testa
– Congestione nasale ecc

Nello stesso modo, i virus più banali sono quelli che mostrano sintomi come:

– Lentezza
– Pagine che si aprono da sole
– Internet non funziona
– Non si accende
– e altri problemi similari

Ora facciamo un passo avanti e entriamo più in profondità per capire meglio il sistema.

Abbiamo detto che ti accorgi subito di avere un raffreddore perchè accusi subito chiari sintomi.

Quanto tempo impieghi invece per capire di avere una malattia più grave?

Per quale motivo in medicina si dice che bisogna sempre fare prevenzione e controlli periodici?

Semplicemente perchè i mali più bastardi, quelli più subdoli e più devastanti all’inizio non destano alcun sintomo e fanno di tutto per non farsi scoprire e così proliferare nel tuo corpo per poi sferrarti l’attacco finale.

Possono andare avanti mesi, a volte anni, prima della comparsa dei primi sintomi.

Per i computer è la stessa cosa.

I virus più malefici, quelli più bastardi sono quelli che non vedi e che non danno alcun sintomo.

In questo momento potresti essere seduto su una bomba ad orologeria e non saperlo.

Si, hai capito bene!

Anche se il tuo computer funziona perfettamente…

…da un momento all’altro il Virus potrebbe attivarsi e la bomba potrebbe esplodere e deflagrare tutto ciò che ha intorno!

Da un momento all’altro qualcuno, dall’altra parte del mondo, nella sua stanza buia, seduto davanti al computer, potrebbe premere un tasto e svuotarti e rubarti tutti i tuoi dati.

Ora sei davanti ad una scelta.

Pillola Rossa o pillola Blu.

💊 Pillola rossa: Scoprirai se il tuo computer è infetto, lo sistemi, lo velocizzi e lo immunizzi… e ti salvi dalla detonazione ==> http://bit.ly/2cr8sIG

💊 Pillola blu: continui ad utilizzarlo così com’è….con il rischio che la bomba si detoni da un momento all’altro.

PS: Ci sono solo 2 pillole, non esiste una terza pillola. Se quindi pensi che far vedere il tuo PC da tuo cugino, il vicino di casa, il genio del computer laureato in ingegneria possa darti una terza scelta ti sbagli di grosso.

PPS: Poi fai come vuoi. Io non mi farei mai mettere le mani in bocca da uno che ne capisce di denti (e non è un dentista).

Gianluca Lionetto

Gianluca Lionetto è il fondatore di Pc Protetto , il primo ed unico servizio collaudato su centinaia di pc che risolve i problemi del tuo PC, elimina i Virus e lo rende veloce e performante come una volta. Gianluca viene spesso chiamato da importanti aziende per consulenze e ha di recente rilasciato interviste su alcune testate giornalistiche.